martedì 29 novembre 2011

Eiaculazione precoce: dalla parte della donna

Ecco come la donna affronta l’eiaculazione precoce.
L’orgasmo precoce è un problema che può colpire sia l’uomo che la donna. Il miglior modo per affrontarlo è supportarsi a vicenda.

Donne e uomini sono, nella maggior parte dei casi, molto diversi nell’affrontare problemi e circostanze complicate, anche in campo sessuale. Mentre l’uomo è più restio nell’ammettere e nell’accettare di soffrire un problema sessuale, la donna è più consapevole e matura nel gestirlo nel migliore dei modi, anche quando questo non riguarda lei ma il suo compagno.  Ecco come una donna può affrontare disfunzioni sessuali senza mandare in tilt la serenità della coppia.

Se lui soffre di eiaculazione precoce. Se a soffrire di orgasmo precoce è l’uomo, la donna può:

Aspettare che lui prenda coscienza. In alcune coppie, solo il tempo e la pazienza riescono a risolvere le cose. L’uomo, per natura, ha difficoltà nell’accettare il proprio disturbo, quindi un atteggiamento aggressivo ed insistente da parte della donna non lo aiuta per niente. Al contrario, realizzare che la propria partner è pronta ad sostenerlo ed aiutarlo, potrebbe spingere l’uomo a decidere autonomamente di curarsi.

Spronarlo a rivolgersi ad un medico. Quando si ha a che fare con problemi sessuali, nella maggior parte dei casi, è la donna a dover prendere in mano la situazione e “portare i pantaloni”. Ignorare il problema e fingere che non esista, infatti, è dannoso quanto affrontarlo con aggressività. E’ importante trovare il momento e le parole giuste per discutere del problema con lui e fargli capire che non è solo uno dei milioni di uomini che soffre di eiaculazione precoce e che le cure per esistono e sono anche efficaci. 


Se lei soffre di orgasmo precoce. E’ molto meno frequente di quella maschile, ma l’eiaculazione precoce femminile esiste e non va sottovalutata. Secondo gli esperti, questa è molto meno fastidiosa e problematica di quella maschile per due motivi:

1. Non causa l’interruzione del rapporto, in quanto la donna, al contrario dell’uomo,  non necessita del periodo refrattario tra un orgasmo e l’altro;
2. Se non la si vive come un problema, può diventare anche piacevole in quanto la donna può avere due o più orgasmi durante lo stesso rapporto sessuale.

Anche in questo caso, la comunicazione con il proprio partner è importante, ma il ruolo predominante resta sempre alla donna. Ecco cosa fare:

Imparare a conoscersi. Anche la donna, a volte, ha difficoltà a controllare il proprio corpo. La masturbazione può aiutarla a scoprire la propria sessualità e affrontarla con maggiore consapevolezza nel rapporto a due;

Non avere fretta. Chiedete al vostro uomo di procedere lentamente e con dolcezza. Quando si inizia con troppa passione, infatti, si rischia che questa si spenga prima del previsto.

Dominate il rapporto.  Prendere l’iniziativa con il proprio uomo e dedicarsi completamente al suo piacere, può aiutare la donna a rallentare il suo orgasmo e vivere un rapporto più sereno.


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento: